SCOPRIRE LA STORIA DELLA TARANTA, I SUOI MISTERI E I SEGRETI PIU’ ANTICHI CON L’ATTESO STAGE DI PIZZICA. A GUIDARE IL CORSO SARA’ LA BALLERINA ILARIA SPECCHIA.

1770

SCICLI (RG) – Non solo spettatori, ma anche partecipanti attivi del ballo liberatorio per eccellenza che con la sua frenesia e intensità mette in contatto corpo e mente. Si avvicina la data della settima edizione del “Taranta Sicily Fest”, in programma a Scicli, in provincia di Ragusa, il 19 agosto, e con essa si avvicina anche l’appuntamento tanto atteso da chi vuole addentrarsi ancora di più nel magico mondo della taranta: lo stage pomeridiano di Pizzica.
Insegnante d’eccezione quest’anno sarà la danzatrice Ilaria Specchia, di origine salentina e dalla lunga formazione in danza, teatro ed esperienza in discipline e arti espressive. Sarà lei a guidare i partecipanti in un’immersione nelle profondità emozionali di questo ballo tanto antico quanto misterioso. Nato come antidoto esorcizzante per liberare le pizzicate dal veleno della pericolosa tarantola, la Pizzica è via via entrata nella tradizione popolare salentina trasformandosi in ballo di coppia, la “Pizzica del Core”, che simula il corteggiamento passionale tra un uomo e una donna, grazie ad un intenso gioco di sguardi e simbolismi antichi. Lo stage sarà quindi un approfondimento della cultura di questo ballo, dei significati e della simbologia dei passi e delle posture per sentire la danza come un libero momento espressivo. Grande esperta della pizzica, Ilaria Specchia durante i suoi stage trasmette la sua passione per questo ballo, nata da piccola durante le ronde spontanee nelle feste del suo paese, Galatina, con grande professionalità, dettata dalla sua esperienza: balla con diversi gruppi folk e world music e gestisce la direzione artistica del gruppo di danzatori “NeroTaranta”.
Il 19 agosto il Comune barocco e la meravigliosa location della Cava di San Bartolomeo vivranno per il settimo anno una grande serata, organizzata come sempre dall’associazione “Barocco Eventi” e dai suoi rappresentanti Federica Schembri, Giovanni Sudano, Giuseppe Stimolo e Vincenzo Puccia che, ispirandosi a “La notte della Taranta”, il più grande festival d’Italia che si svolge in Puglia, hanno via via messo a punto una formula di successo che animerà la città di Scicli di nuova allegria e vivacità. Già nei giorni scorsi è stato reso noto che ad aprire questa settima edizione sarà il famoso gruppo etnico siciliano “Lautari”. Adesso, con il nome di Ilaria Specchia, l’atteso programma si completa di un nuovo tassello che renderà ancora più divertente e coinvolgente la grande festa che presto svelerà le altre sorprese.

Per partecipare allo stage è necessaria la prenotazione (il costo è di 15 euro e include l’ingresso al festival) sul sito web www.tarantasicilyfest.it

12 luglio 2017
ufficio stampa
Carmelo Saccone per MediaLive