IV EDIZIONE – 11 AGOSTO 2014

Programma

DATA-2014
E’ sempre la stessa la data della IV edizione del Taranta Sicily Fest, quest’anno cambiamo location, da sempre realizzata nello spazio di Villa Penna, presenta, per questa  IV  edizione, un nuovo look, sicuramente più capiente e più spettacolare.
A fare da cornice all’evento in questa edizione 2014 sarà lo spazio antistante la chiesa di S. Bartolomeo all’interno della Cava omonima..
Anche quest’anno lo staff è già a lavoro per garantirvi uno spettacolo di qualità, quest’anno grandi nomi e molte novità per l’evento più atteso.

Stage di Pizzica

Lo Stage di Pizzica Salentina quest’anno è affidato a una ballerina d’eccezione, dalla Compagnia TarantArte di Lecce arriva a Scicli Laura De Ronzo, dalle 18 alle 20.
Lo stage si apre con un’introduzione di tipo teorico affinché si possa contestualizzare la danza tradizionale all’interno del quadro storico e geografico in cui è nata e si è sviluppata. In particolare si approfondisce la conoscenza  delle tre danze di origine salentina: la pizzica pizzica (danza di divertimento e di festa), la pizzica tarantata (danza che si rifà al fenomeno storico antropologico del tarantismo, ormai scomparso) e la pizzica scherma (o danza dei coltelli).  Viene dato spazio ad approfondimenti sul fenomeno del Tarantismo, alle affinità della pizzica pizzica con le altre tarantelle del Sud Italia e con le danze del mediterraneo.
Il corso parte dallo studio dei passi della pizzica pizzica sul ritmo terzinato del tamburello; si passa poi alle dinamiche della danza di coppia: il corteggiamento, la sfida, l’uso del fazzoletto. Le danze si concludono all’interno del cerchio, detto ‘ronda’, nel quale il rito della comunità si compie, oggi come un tempo.
La danza della pizzica pizzica salentina, carica di vecchi e nuovi simbolismi, caratterizzata dalla costante ritmica dei tamburelli e dalla ripetizione ossessiva dei passi, ha affascinato sin dagli anni ‘70 i danzatori che ne apprendevano i codici, divenendo fonte di ispirazione e creazione. E’ per questo che oggi si assiste a una nuova forma di danza, più creativa, più accattivante, più energica, più vicina al sentire contemporaneo.
laura-de-ronzoISCRIVITI SUBITO

Apriranno la IV Edizione ``I Beddi, musicanti di Sicilia``

Come tradizione vuole anche quest’anno un gruppo Siciliano aprirà la IV edizione del taranta Sicily Fest, i prescelti di quest’anno sono “I Beddi – Musicanti di Sicilia”.
Da anni il gruppo di Musicanti di Sicilia i Beddi si impegna nel riproporre e innovare la musica siciliana cercando di renderla attuale, muovendosi tra sonorità antiche e melodie moderne, per gioco e per amore della loro terra d’origine. Nel tempo il gruppo si è evoluto, plasmato ed è cresciuto sia nella qualità delle proposte musicali eseguite nei concerti dal vivo, sia nella serietà della ricerca musicologica proposta, manifestazione evidente dei lavori discografici incisi.
I-beddi

Nel 2010 i Beddi vincono all’11a edizione del Festival Della Nuova Canzone Siciliana -Premio Trinacria- organizzato dallo staff di Antenna Sicilia con il Brano Tarantella blues, pezzo centrale del nuovo CD Siciliazero, che la band ha presentato in anteprima in Malesia al Reinforest Music Fest. L’album segue la scia di Ppi jopcu e pp’amuri lavoro discografico prodotto dall’Associazione Culturale il Tamburo di Aci nel 2008.
Sempre 2010 la compagnia realizza un progetto dalla forte valenza culturale, un videoclip in lingua siciliana di un brano appartenente al secondo lavoro discografico. Il brano, dal nome A la fera di li paroli, fa parte del viaggio nel tempo che Siciliazero si propone; viaggio alla ricerca dei ritmi, delle sonorità, dei caratteri stilistici e delle peculiarità interpretative del canto di tradizione orale. Il videoclip è realizzato interamente in Sicilia dal regista Gian Maria Musarra noto per aver lavorato in altri importanti progetti e prodotto dalla Alta Quota Produzioni di Palermo in collaborazione con dall’Associazione Culturale il Tamburo di Aci.
Nel dicembre del 2012 esce il secondo lavoro discografico dedicato alla tradizione del Natale: “E falla bedda la ninnaredda” rivisitazione del primo: “Dedicato a Rosa Balistreri – canti e cunti del Natale siciliano” pubblicato nel lontano 2006.
Il Gruppo ha all’ attivo una ricca produzione discografica di brani appartenenti alla tradizione del Natale Siciliano, Dedicato a Rosa Balistreri, un disco promozionale dal titolo DuCantiE’nCuntu e una partecipazione alla compilation Siciliae-Antologia della Musica Siciliana. Hanno realizzato la colonna sonora di un DVD-documentario sulla Sicilia, Barocco e Mascheroni – viaggio per immagini nella Sicilia barocca, e nel 2010 la sigla televisiva di Scrusciu, un programma di informazione della tv siciliana Sestarete. Intensa l’attività concertistica con la partecipazione a numerosi festival internazionali di musica popolare in molte regioni italiane e all’estero in Danimarca, Austria, Belgio, Olanda, Spagna, Tunisia, Malta, Malesia.

Dalla Notte della Taranta ``Antonio Castrignanò``

Antonio Castrignanò, musicista Salentino, voce e tamburo de la notte della Taranta, ha suonato e collaborato con artisti come Stewart Copelad, Mauro Pagani, Giuliano Sangiorgi, Negramaro, The Chieftains, Goran Bregovic, Ballakè, Sissoko, Ludovico Einaudi, Marcan Dede.
Esibendosi su palchi e festival di grande prestigio internazionale è divenuto negli anni uno dei personaggi simbolo della riscoperta tradizionale musicale del Salento.

Compositore della colonna sonora del film “Nuovomondo” di Emanuele Crialese, leone D’argento alla Mostra del Cinema di Venezia 2006.

Antonio Castrignanò è  entrato a far parte del fenomeno della riscoperta della musica popolare Salentina quando era ancora adolescente ma il suo percorso artistico anziché confondersi con quel fenomeno che gli cresceva affianco, ha finito per tratteggiare gli sviluppi e segnare una svolta nell’inflazionata febbre della pizzica che ormai contagia il Salento e si dirige ben oltre i confini del sud della Puglia.

Antonio_Castrignano_web

Al Taranta Sicily Fest IV Edizione presenterà “Fomenta”, il suo nuovo progetto discografico, una svolta nella già eclettica proposta artistica che lo vede coinvolto nelle incursioni elettroniche maturate insieme al produttore e dj Turco Mercan Dede: un corto circuito in cui il musicista Salentino trova la chiave di volta tra la sua espressione personale fortemente legata alla tradizione e quella, rigenerata, che s’ispira ai suoni della contemporaneità tracciando un percorso moderno, tutto da ascoltare, della musica tradizionale Salentina: Della pizzica Tarantata.

Ulteriori informazioni su: http://www.antoniocastrignano.com/

La Location

La manifestazione “Taranta Sicily Fest”, da sempre disputata nello spazio di Villa Penna, presenta, per questa  IV  edizione, un nuovo look, sicuramente più capiente e più spettacolare.

A fare da cornice all’evento in questa edizione 2014 sarà lo spazio antistante la chiesa di S. Bartolomeo all’interno della Cava omonima.
Cava-San-Bartolomeo

LOCANDINA-42-x-59,4-cm