27.1 C
Scicli
lunedì 16 luglio 2018
-Pubblicità-

PROGRAMMA

Tante novità per la prossima edizione del “Taranta Sicily Fest” che torna nuovamente a Scicli per far ballare l’intera Sicilia sulle musiche tipiche del Salento. L’organizzazione dell’attesa manifestazione ha comunicato la nuova data dell’evento giunto all’ottava edizione. Si svolgerà il prossimo 13 agosto continuando a regalare un incontro musicale di grande successo, dedicato interamente alla cultura popolare e locale, pensato per rafforzare la passione dei siciliani per la cultura della musica del Sud Italia. Ma la vera importante novità è relativa all’ingresso che sarà interamente gratuito. Un grande evento con fruizione libera, la sorpresa che il “Taranta Sicily Fest” dedica alle migliaia di spettatori che hanno finora affollato le varie edizioni.

ORE 18,30 | STAGE DI PIZZICA

SERENA-PELLEGRINO

A Dirigere lo stage Serena Pellegrino, studia danza da diversi anni,  frequenta il liceo coreutico e  ha calcato diversi palchi della tradizione popolare, come quello del Concertone di San Rocco come prima ballerina e fa parte del Corpo di Ballo della Notte della Taranta 2017-2018; 

ORE 21,00 | KARDIAMUNDI

KARDIAMUNDI

KARDIAMUNDI, ensemble di folk tradizionale e musica mediterranea, trae forma nell’ambito dell‘Associazione musicale e Centro di ricerca sulla musica mediterranea “Kardiamundi”,  con sede in Parabita (Le), che ha come scopo la promozione, la valorizzazione e la diffusione della cultura musicale. Nati nel 2014, è una formazione plastica, costituita da musicisti di esperienza musicale affermata e/o formatisi in ambienti accademici.

Il gruppo è stato battezzato CUORE DEL MONDO dall’artista calimerese FRANCO CORLIANO’.  

L’ attività dell’ensemble è rivolta in particolar modo alla ricerca storica e stilistica riguardante la musica tradizionale mediterranea: brani nuovi o popolari, pur suonati nel rispetto delle tradizioni, sono accompagnati da coinvolgenti sperimentazioni armoniche e ritmico-percussive, da rinterpretazioni basate sulla ricerca stilistica d’avanguardia.

ORE 23,00 | MASCARIMIRI'

Tra l’autunno del 1997 e l’inverno del 1998 prende corpo il progetto Mascarimirì. Claudio ‘Cavallo’ Giagnotti e Cosimo Giagnotti (fratelli di origine Rom) decidono di lasciare l’esperienza di Terra de Menzu, una delle prime formazioni che, all’inizio degli anni ’90, hanno contribuito alla rinascita della musica tradizionale salentina. Dal 1999 al 2003 il progetto musicale si consolida e matura. A Claudio ‘Cavallo’ si affiancano Vito Giannone, al mandolino, e il bassista Beppe Branca, il cui ingresso segnerà la vera svolta verso la Tradinnovazione, introducendo nei groove di pizzica pizzica la linea di basso. “Punk-Dub Tarantolato Salentino” è la definizione usata per sottolineare la sperimentazione del gruppo, che innesta al patrimonio tradizionale tecniche fino ad allora estranee alle sonorità della musica tradizionale. Dopo l’uscita di Beppe Branca, sulla strada da lui aperta si è inserito nel gruppo il giovanissimo Alessio Amato che da dieci anni continua ad alimentare e a miscelare la spinta verso sonorità elettroniche. Con otto album in studio all’attivo e un’attività concertistica di primo livello, il gruppo di Muro Leccese oggi rappresenta il punto più innovativo dei gruppi di Pizzica Pizzica Salentina.